8 thoughts on “ O Melanzana - Bagini*, Carlone* - Il Conciorto (CD, Album) ”

  1. Il progetto si basa su un’idea di orto non come luogo di produzione, ma “spazio – scrive Bagini nel libro sul progetto, anch’esso come l’album in cerca di una casa editrice – dove tradurre qualcosa di sé in qualcosa di naturale, o di presunto tale”. Un posto “magico – aggiunge Carlone – in cui non si coltivano semplicemente.
  2. Carlone è il cantante principale, dotato di grandi capacità canore e abile in più tecniche diverse (yodelling, fischiare), ogni tanto tira fuori il suo sassofono o il suo flauto e comincia a deliziare il pubblico con quei dolci suoni, lui è anche il suonatore delle verdure. Invece Bagini è il chitarrista e il narratore, anche lui talvolta.
  3. La melanzana, invece, nel Conciorto diventa, a causa del colore viola, il simbolo di cattivi sentimenti, in grado però di trasformarsi: “La melanzana è viola/per via di quella rabbia/si sente sola e strana/la melanzana/guardala bene, ancora/le basta una parola/per fare un sugo buono/le basta il tuo perdono”, recita il testo scritto da Bagini.
  4. Descrizione a cura della band. il primo cd (omonimo) del conciortoè il racconto dei sentimenti delle verdure che suoniamo dal vivo, unito al racconto degli orti degli altri, ovvero gli orti di personaggi noti come david byrne, damon lalbarn, francois truffato e altri. il progetto segue diverse influenze musicali, biotronic e veggiefunk, mentre dal punto di vista dei testi è una lunga.
  5. Conciorto. 1, likes · 10 talking about this. Natura e Tecnologia sono elementi imprescindibili della nostra vita. Spesso lontani e antitetici, diventano per il Conciorto un’idea di sintesi.
  6. Nasce come un progetto di crowdfunding, il Conciorto, lo spettacolo-concerto dove gli strumenti si trasformano in ortaggi, ideato da Biagio Bagini, autore radiofonico e letterario e Gian Luigi Carlone, musicista, fondatore e membro storico della Banda Osiris, che vuol essere anche un laboratorio botanico e surreale per bambini, adulti e famiglie.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *